Ringiovanire grazie agli antiossidanti

Ringiovanire grazie agli antiossidanti

Negli ultimi anni abbiamo sentito molto parlare di radicali liberi e di antiossidanti.

Molti di noi sanno che i primi sono cattivi e che i secondi sono buoni.

Gli Antiossidanti sono fondamentali nel contrastare i danni al nostro DNA lo sapevi ?

Ma sai cosa sono e come agiscono nel tuo corpo?

Credo però, che quando conosciamo la realtà delle cose e come funzionano nel nostro organismo, siamo più propensi a perseguirle.

Per questo motivo ho voluto spiegare in modo semplice cosa sono gli antiossidanti e come interagiscono nel nostro corpo e la loro importanza per la salute.

Infatti dall’efficace contrasto dei radicali liberi dipende la buona salute e la nostra longevità.

Ed ora addentriamoci nello specifico 😁😁

I radicali liberi sono atomi (le molecole del nostro corpo sono composte da diversi atomi) possono essere atomi di ossigeno, di carbonio di azoto, ai quali viene  sottratto un elettrone.

Questa mancanza rende instabile l’atomo, che a sua volta ruba ad altro atomo l’elettrone, e quest’ultimo a sua volta ne ruba ad altro e così via. Questa catena provoca la formazione di continui radicali liberi ed una continua azione ossidativa all’interno del nostro corpo. E’ un po’ come se delle parti diventano arrugginite, poi attaccano altre parti e altre ancora….

Questa reazione incontrollata, danneggia la struttura delle cellule fino al Dna, causando come si sa,  malattie e alterazione della salute.

Nel nostro corpo, all’interno di ogni singola cellula, ci sono degli “strumenti” che combattono i radicali liberi. I problemi però iniziano quando la quantità di radicali liberi risulta maggiore della nostra capacità di neuralizzarli.

Questo disequilibrio viene chiamato “stress ossidativo” ed è causato principalmente dal nostro stile di vita, dalla nostra alimentazione e dall’inquinamento. I primi li possiamo migliorare, ma l’aria ormai ovunque risulta inquinata, dove più e dove meno.

Esempio di cosa può causare lo stress ossidativo

Ogni alimento, in base alle sostanze che lo compongono, ha una sua capacità di pulizia dai radicali liberi. Questo indice di misura di assorbimento dei radicali dell’Ossigeno è chiamato Orac.

La Food and Drug Administration (autorità americana per il controllo degli alimenti) ha calcolato in 5.000 Orac giornaliere, la quantità di antiossidanti sufficienti a contrastare lo stress ossidativo(in soggetti in ottima salute) per chi non ha una salute perfetta ne neccita decisamente di più.

Purtroppo la nostra dieta moderna, spesso non raggiunge neppure i 1.500 Orac.

Questo porta a chiederci come fare per aiutare il nostro corpo?

Da qui l’importanza degli antiossidanti  che ci sostengono nella carenza di apporto alimentare.

In questo video ascolterai la spiegazione di questo medico il Dott. William Amzallag, che ti sorprenderà per la sua chiarezza nella spiegazione dei processi che avvengono nel nostro corpo. Il mio motto è vivi giovane e in salute! Buona visione

Video dove un medico parla dell’importanza degli antiossidanti e dei suoi benefici

Una nota che vorrei fare è il fatto che anche se mangiamo frutta e verdura regolarmente, l’apporto vitaminico e antiossidante non è al 100% come si potrebbe pensare. Infatti dal momento della raccolta al nostro acquisto e successivo consumo a volte passano molti giorni, e sempre piùspesso i prodotti vengono raccolti acerbi per far si che sul banco di vendita arrivino al giusto grado di maturazione. Tale procedura però non permette alla frutta o alla verdura di completare la sua maturazione nella sua dimora terrena o attaccata alla pianta, rimanendo quindi privata della conclusione del suo ciclo regolare di maturazione, a discapito della qualità nutrizionale.

Dopo questa introduzione si può comprendere quanto necessari siano gli antiossidanti.

Io personalmente ne faccio un uso quotidiano, ponendo attenzione alla qualità degli ingredienti utilizzati.

Infatti bisogna sapere che prodotti in gel sono molto più biodisponibili per il corpo anzichè i prodotti incapsulati.

Inoltre i prodotti raccolti e lavorati sul posto nelle prime 48 ore, mantengono inalterate le proprietà antiossidanti del frutto.

Quindi un consiglio importante è informarsi bene su come avviene il procedimento di estrazione e lavorazione, questo vale per qualsiasi marca deciderete di acquistare.

Se l’articolo lo hai trovato interessante lo puoi condividere, con le icone social che trovi sul lato sinistro, aiutando lo sviluppo delle community sul benessere e la salute.

VITAMINA D  molto più importante di quello che si pensa!

VITAMINA D molto più importante di quello che si pensa!

Per la perfetta efficienza dell’organismo e la sua capacità di resistere alle malattie, nell’alimentazione quotidiana non devono mancare le vitamine.

La vitamina D viene considerata da molti biochimici un ormone, questo perché svolge l’attività su organi e apparati  in modo simile ad un ormone.

 

Questa vitamina viene prodotta nella pelle!

Nelle cellule della nostra pelle si trova una sostanza colesterolica che già dal nostro risveglio aspetta  il sole e la luce. Appena compaiono i raggi ultravioletti si sviluppa  e si trasforma in vitamina D3 (colecalciferolo).  Subito dopo la sua formazione viene avvicinata da proteine trasportatrici che la conducono nel sangue, alle cellule o a specifici luoghi di deposito.

L’apporto di vitamina D è presente nell’organismo sotto due forme D3 e D2.

La prima viene sintetizzata attraverso la pelle, grazie all’esposizione dei raggi solari ed è presente in alcuni prodotti di origine animale.

La seconda invece è presente in alcuni alimenti di origine vegetale.

Vitamina D e Calcio un legame importante:

infatti se nelle pareti intestinali la quantità di calcio è sufficiente, la vitamina D fa in modo che le ossa possano  reintegrare le loro riserve di questo minerale essenziale per la loro salute nel tempo.  Se invece la nostra alimentazione è povera di calcio, esso verrà prelevato incessantemente dalle ossa per mantenere un adeguato livello nell’intestino.

Questo porta col tempo all’osteoporosi, che consiste nella rarefazione del tessuto osseo. Se oltre il calcio manca anche la vitamina D si può incorrere nella osteomalacia, cioè la decalcificazione e rammollimento delle ossa.   Infatti con la carenza di vitamina D non vengono assimilati né calcio, né fosforo in quantità sufficiente ed alle nostre ossa non viene garantita la necessaria robustezza.

I compiti della vitamina D nel nostro organismo:

  • le molecole di questa fantastica vitamina svolgono un compito importante, ossia quello di assorbire calcio dall’intestino ed introdurre Sali di calcio nelle ossa e nei denti.
  • la vitamina D mantiene solido e robusto il nostro scheletro.
  • nelle donne in menopausa si verifica un calo del tessuto osseo ed  è quindi essenziale che si garantiscano un sufficiente rifornimento di questa vitamina.

Quasi tutto il calcio viene utilizzato per le ossa e i denti, ma una piccola percentuale è indispensabile per la trasmissione degli impulsi nervosi  in tutte le cellule del sistema nervoso e del cervello.

Gli impulsi nervosi sono importanti  non solo per l’attività muscolare ma anche per il trasferimento di ormoni, dei fattori di crescita e neurotrasmettitori  che hanno la capacità di calmarci, renderci allegri ed ottimisti.

Però perché il Calcio si attivi deve essere presente la vitamina D.

Oltre a quanto detto sopra, questa vitamina sembra essere importante anche per la forza muscolare, in quanto svolge un’azione di collaborazione col ferro. Inoltre nel sangue assimila più rapidamente il piombo, che come sappiamo è una sostanza velenosa.

Ci sono alcuni segnali d’allarme per carenza di Vitamina D:

  • miopia
  • caduta dei denti, piorrea alveolare
  • astenia muscolare
  • ingrossamento delle articolazioni del ginocchio, del malleolo e della mano
  • unghie che si spezzano
  • disturbi nervosi, irritabilità
  • disturbi del sonno
  • pessimismo e stati depressivi
  • debolezza muscolare
  • dolori ossei
  • rachitismo
  • disturbi della crescita

Relazione tra la Vitamina D e il nostro sistema immunitario:

il sistema immunitario è molto complesso ed è composto da diverse tipologie di cellule predisposte ad uccidere qualsiasi anti-gene (virus, batteri, funghi) che attaccano il nostro corpo o colpire quelle cellule che diventano tumorali. La vitamina D ha il compito di coordinare che tutti i meccanismi di difesa funzionino correttamente. I linfociti ( che sono il cuore del nostro sistema immunitario) hanno al proprio interno un recettore (Dvr) al quale si lega la vitamina D, determinandone il comportamento, quindi la loro duplicazione. La carenza di questa vitamina-ormone causa un’ insufficiente risposta immunitaria verso le invasioni batteriche ed una risposta immunitaria eccessiva nei confronti delle nostre cellule (causando malattie autoimmuni) o verso le sostanze Not Self ossia non appartenenti all’organismo (allergie).

Questa vitamina è quindi importante per:

  • la formazione del tessuto osseo
  • avere denti sani e forti
  • il metabolismo del calcio
  • rilassatezza e ottimismo
  • attività muscolare
  • un cuore forte
  • il sistema immunitario
  • la produzione di ormoni
  • circolazione del sangue
  • disintossicazione dell’organismo dal piombo

Come abbiamo visto bassi livelli di vitamina D possono creare scompensi importanti.

Per assicurarsi di fare un po’ di scorta di vitamina D, basta prendere 15 minuti del sole estivo su viso, mani e braccia. In inverno se possibile prendere il sole almeno per 30 minuti.

Per onor di verità però va detto che la sola esposizione al sole per molte persone non basta.  Inoltre bisogna  prendere il sole senza protezione per non bloccare i raggi ultravioletti che attivano la vitamina, in tal modo però si può incorrere in altre problematiche…..

Se si vuole utilizzare un integratore, è prima necessario fare un esame del sangue per vedere il livello della vitamina D nell’organismo per non incorrere in un sovradosaggio che risulterebbe dannoso.

Non ho voluto parlare della corrispondenza tra vitamina D e cancro, ma per concludere vi lascio alla lettura di un articolo Tratto dal sito del centro tumori AIRC, medici e scienziati più competenti di me in materia.

Buona lettura !

 

“La vitamina D non serve solo a fissare il calcio nelle ossa, una funzione che pure è fondamentale per prevenire il rachitismo nei bambini e l’osteoporosi negli anziani. Nella sua forma attivata, la vitamina agisce in realtà come un ormone che regola vari organi e sistemi, tanto che la sua carenza è stata associata a diversi tipi di malattie, dal diabete all’infarto, dall’Alzheimer all’asma o alla sclerosi multipla.

Contro i tumori…..

In studi di laboratorio la vitamina D ha dimostrato di svolgere attività potenzialmente in grado di prevenire o rallentare lo sviluppo del cancro: infatti frena la crescita delle cellule, ne favorisce la differenziazione e la morte programmata (apoptosi), e riduce la formazione di nuovi vasi (angiogenesi).

I primi studi epidemiologici, dopo aver osservato un minor rischio di tumori diversi da quelli della pelle nelle popolazioni più esposte al sole rispetto a quelle che vivono in Paesi con minore irradiazione solare, avevano suggerito un ruolo protettivo della vitamina D. Ricerche successive, tuttavia, che hanno indagato direttamente i livelli di vitamina del sangue, hanno fornito risultati incerti.

Il grande studio europeo EPIC – alla cui realizzazione hanno partecipato diversi ricercatori sostenuti da AIRC – ha mostrato che le persone con i più alti livelli di questa vitamina nel sangue hanno un rischio di cancro al colon inferiore di circa il 40% rispetto a chi invece ne è carente. Un legame simile sembra esistere anche per altri tipi di tumori.”

 

Ulteriori informazioni circa la correlazione tra vitamina D e cancro le trovate cliccando sul link sotto che riposta all’articolo del dott. Filippo Ongaro.

https://www.filippo-ongaro.it/nutrienti-dati-sulla-vitamina-d/

Conclusione

Alla fine di questo articolo mi convinco sempre più che se ci fosse da parte della sanità una maggior informazione sull’argomento ed anche i medici generici inserissero nelle analisi di base che fanno anche il livello della vitamina D, ci sarebbero molti meno malati e la qualità di vita degli over 65 sarebbe migliore!  Oltre ad un enorme risparmio di costi a carico dello stato !!

La corretta informazione è alla base di una qualità di vita sana !

Se desideri avere informazioni sul nostro integratore di Vitamina D vai al link


[addtoany]

(fonti dell’articolo: “Vivere 120 anni di A.Panzironi” e “Sempre in forma con le Vitamine di K.Oberdeil”)

 

Pin It on Pinterest